Articoli dell'autore

Menhir e tombe di età villanoviana all’isola d’Elba

giu 1st, 2019 | scritto da
Menhir e tombe di età villanoviana all’isola d’Elba

L’ipotesi più verosimile è che la cosiddetta Necropoli della Piana alla Sughera sia un complesso funerario sorto tra il II e il I millennio avanti Cristo. Oggetto di studi più o meno approfonditi a partire dagli anni Settanta, questa grande necropoli si trova all’isola d’Elba, nel vasto altopiano soprastante il paese di Seccheto. Coltivato da […]



Tre falconi da Pedemonte

ott 21st, 2013 | scritto da
Tre falconi da Pedemonte

Abbarbicato a 460 metri di altitudine sul fianco occidentale della lunga vallata che da esso prese il nome, il paese di Pedemonte era l’abitato posto a maggiore quota di tutta l’isola d’Elba. La località che ospita il sito è ancora oggi chiamata «La Terra», ossia «Il Paese». Poche case in pietra ricoperte da tegole di […]



Il santuario che odora di viole

mag 6th, 2013 | scritto da
Il santuario che odora di viole

Il Santuario della Madonna del Monte si trova all’isola d’Elba, nel comune di Marciana. Si raggiunge a piedi attraverso un suggestivo percorso che si snoda tra i monti ed il mare, lungo il versante nordoccidentale dell’isola. D’impianto romanico, questa chiesa fu costruita – secondo la tradizione – a seguito della miracolosa apparizione d’un masso sul […]



Laterano, il paese scomparso dell’isola d’Elba

nov 15th, 2011 | scritto da
Laterano, il paese scomparso dell’isola d’Elba

Il paese di Laterano era uno degli otto comuni dell’Elba medievale, isola sottoposta al dominio di Pisa dagli inizi dell’XI secolo agli ultimi anni del Trecento. Laterano – che in altri documenti risulta Latrano o Letrano – si trovava nel settore orientale dell’isola, in una vallata vicina al mare chiamata Val di Piano. Ancora oggi […]



Fiammingo, il custode delle terre rosse di ferro

mar 24th, 2011 | scritto da
Fiammingo, il custode delle terre rosse di ferro

Un tratto della costa nordorientale dell’isola d’Elba, nei pressi del Cavo, è chiamato ancora oggi con un bizzarro nome: Il Fiammingo. La zona, interessata da escavazioni ferrose ab immemore, è ammantata di una fitta macchia che si protende nel cobalto del mare. Ma quale origine può spiegare il particolare nome della località? Bisogna risalire al […]